Filtra per categoria

Dalla parte dell'acqua: startup e tecnologie vincenti

Innovazione, tecnologia e buone pratiche per combattere il problema della carenza idrica.

 

Siamo abituati a pensare che il fenomeno della siccità riguardi emisferi e mondi molto lontani dal nostro, ma questa estate, più che in passato, ci ha dimostrato che il problema ci riguarda e ci riguarda molto da vicino. I cambiamenti climatici aggraveranno ulteriormente le problematiche di carenza idrica e siccità. Diverse le azioni intraprese e da continuare a intraprendere da parte di tutti gli Stati dell’Unione Europea: dagli strumenti di mercato a garanzia della regola del recupero dei costi, a un impiego mirato di finanziamenti per promuovere il risparmio idrico, a tecnologie per un uso efficiente dell’acqua, basate sulla promozione della ricerca e intese a ridurre il consumo e lo spreco dell’acqua, fino a una diffusione di una cultura improntata al risparmio dell’acqua, favorendo l’informazione, l’educazione e la formazione sensibilizzando aziende e consumatori.

 

acqua

 

Ed è anche in questo mercato che possiamo trovare esempi e tecnologie vincenti che possono aiutare.

SmarTap: un sistema che consente il risparmio idrico domestico. Conquistato l’Eco Innovations Award nel 2013, la startup ha continuato a perfezionare negli anni il proprio prodotto. Grazie a un pannello di controllo e alla rete wifi, è possibile regolare la temperatura dell’acqua sul parametro desiderato, azionando docce e vasche solo quando questa viene raggiunta. Il sistema permette anche di chiudere a distanza eventuali rubinetti lasciati aperti.

Utilis: Una tecnologia a basso costo, eppure ad elevata precisione grazie al telerilevamento delle perdite nei sistemi di approvvigionamento urbani. Utilizzando le immagini satellitari spettrali si monitora l’acqua potabile nei terreni, grazie ad algoritmi che identificano le perdite e quantificano le implicazioni finanziarie in perdita per l’acqua non fatturata.

Warka Water: idea italiana. Si tratta di un "albero" che produce 100 litri di acqua al giorno.  Una struttura capace di produrre acqua potabile. Per farlo, sfrutta naturalmente l’aria che produce acqua: effetto possibile grazie all’escursione termica giorno/notte, molto frequente soprattutto in Africa. Bastano quattro uomini a montare l’intera struttura costituita totalmente da materiali ecologici.

Watly chiudiamo con un'altra realtà di successo tutta italiana. Diversi i riconoscimenti: H2020, Premio Marzotto, Web Marketing Festival. Si tratta di un tipo di generatore che è in grado di utilizzare l’energia solare per portare acqua pulita, elettricità, e l’accesso a Internet in qualsiasi parte del mondo. Una bella e importante sfida quella che il founder Marco Attisani, insieme a tutto il suo team, sta portando avanti.

 

Watly_team

 

Approfondimenti:

Pagina web della Commissione europea riguardante la carenza idrica e la siccità:

http://ec.europa.eu/environment/water/quantity/scarcity_en.htm

Osservatorio europeo della siccità:

http://edo.jrc.ec.europa.eu/php/index.php?action=view&id=2

Agenzia europea dell’ambiente:http://www.eea.europa.eu/themes/water

CONDIVIDI

Entra o registrati gratuitamente per accedere ai contenuti esclusivi della nostra community.


REGISTRATI
TAG:

ARTICOLI CORRELATI

Dipendenza dai dispositivi digitali?

Dipendenza dai dispositivi digitali?

Ecco perché è importante imparare a disconnettersi, almeno per un po'.

CONDIVIDI
Imprenditoria femminile: la startup in rosa che pensa alle donne

Imprenditoria femminile: la startup in rosa che pensa alle donne

Applicazioni mobile e una piattaforma web sincronizzata a servizio esclusivo delle donne e delle esigenze particolari che ciascuna di esse ha in base al proprio ciclo di vita. Giovanna Marena, ex manager, ci racconta la sua impresa: PinkUp.

CONDIVIDI