Filtra per categoria

Che cosa si intende per Agile Project Management? Quali sono gli strumenti e le tecniche principali di questo approccio? Perché è così importante per la gestione di progetti in startup e PMI?

 

Fabio Nonino è un docente di gestione dei progetti all'Università di Roma La Sapienza, corso di Laurea in Ingegneria Gestionale, ed un esperto di Agile Project Management. L'Agile è un approccio, una filosofia che si è sviluppata a partire dalla disciplina del Project Management tradizionale, per rispondere in modo efficace a un contesto sempre più complesso ed instabile.

 

Che cos'è un progetto

Un progetto è un insieme di attività con un obiettivo definito, raggiungibile entro un tempo predeterminato e con un preciso impiego di risorse umane e finanziarie.

 

Perché i progetti falliscono?

I fattori che determinano la non riuscita di un progetto sono molteplici. Oggi principalmente riguardano:

  • Il rapporto con il cliente, difficoltà ad adattarsi alle esigenze possono cambiare nel tempo.
  • Gli obiettivi non sono più definiti in modo chiaro a priori.
  • Mancanza di skill all'interno del team di progetto.
  • I progetti diventano sempre più complessi, estremi, sfidanti.
  • Gli obiettivi temporali sono sfidanti.
  • Il team è internazionale e virtuale

Il  Risk Management classico non è più sufficiente,  occorre una metodologia più flessibile, che sappia adattarsi alle esigenze mutevoli del cliente, una metodologia più leggera, "lean" appunto.

 

Tecniche e strumenti dell'Agile

L'idea di fondo è usare tecniche di pianificazione più leggere. Le tecniche dell'approcci Agile sono tecniche adattive e predittive. Si ricerca la flessibilità, si rinuncia alla pianificazione e al controllo totali. Tra gli strumenti più utilizzati:

  • Rapid planning,
  • Quick meeting.

L'orientamento generale è quello di rinunciare allo schedule del tempo dell'approccio classico e di procedere per tracking di progetto: verificare lo stato di avanzamento sui risultati ottenuti anche in termini parziali, piuttosto che continuare a seguire il piano iniziale di progetto.

 

Le linee guida dell'Agile Project Management

Perché adottare questo approccio? Innanzitutto per limitare i costi. L'orientamento generale dell'Agile è quello di ridurre gli sforzi nella fase di acquisizione e definizione dei requisiti di progetto e di posticipare le decisioni strategiche a fasi di progetto nelle quali si è in possesso di più informazioni.

 

Extreme Project Management e Scrum

Esistono varie metodologie dell'agile, perlopiù provenienti dal mondo dello sviluppo software. Le più note e diffuse sono: l'Extreme Project Management e la metodologia Scrum. L'Extreme Project Management funziona per cicli iterativi:

  1. Ciclo visionate: si elaborano scenari futuri
  2. Ciclo speculate: si definisce il piano di progetto con milestone e deliverable temporanee.
  3. Ciclo innovate: si elaborano velocemente i feedback degli stakeholder.
  4. Ciclo re-evaluate: il momento in cui ci si domanda se è giusto continuare il progetto.

Ai 4 cicli si aggiunge il momento decisivo, quello della delivery dei risultati di progetto: momento disseminate, finalizzato al rilascio dell’output finale.

Scrum Il modello introduce due strumenti: sprint backlog (per passare dalla pianificazione generale alla pianificazione singole iterazioni) e il product backlog (il modo per rappresentare i requisiti di prodotto).

Proprio per le caratteristiche di complessità e dinamicità dei progetti, e per le esigenze di flessibilità e adattabilità, in questo approccio le risorse umane sono assolutamente fondamentali.

 

Per approfondire metodologie e strumenti del Project Management, segui il corso online gratuito nella Wind Academy.

 
CONDIVIDI

Entra o registrati gratuitamente per accedere ai contenuti esclusivi della nostra community.


REGISTRATI
TAG:

ARTICOLI CORRELATI

Finanziamenti alle imprese: agevolazioni per giovani e donne imprenditrici

Finanziamenti alle imprese: agevolazioni per giovani e donne imprenditrici

Come ottenere un aiuto per aprire un attività? Segnaliamo alcune opportunità da non perdere: incentivi, bandi e finanziamenti regionali per l'imprenditoria femminile e i per i giovani che intendono avviare nuove imprese.

CONDIVIDI
Il crowdfunding: la storia [tutorial]

Il crowdfunding: la storia [tutorial]

Da luglio l’Italia, tra i primi paesi in Europa, ha un regolamento per l’equity crowdfunding, un sistema di raccolta di capitali di rischio per startup innovative e PMI. Ma la storia del crowdfunding ha radici ben più profonde, ce ne parla Roberto Magnifico, consigliere di LVenture Group

CONDIVIDI