Filtra per categoria

Hai un progetto da realizzare, un'impresa da far decollare, persone da incontrare o eventi da organizzare? The Hub Roma è uno spazio di coworking dove poter lavorare, condividere competenze e fare networking. Ispirato ai principi della Social Innovation, The Hub sostiene imprese innovative che hanno un impatto positivo sulla società.

Abbiamo incontrato e intervistato Dario Carrera, Co-founder di The Hub Roma, lo spazio di coworking situato uno dei quartieri storici e più frequentati di Roma, San Lorenzo. Inaugurata da soli tre mesi, la sede romana di The Hub, network globale che include oltre  30 città nel mondo - è uno spazio di coworking dove  le persono possono lavorare, condividere idee  e sviluppare progetti imprenditoriali che migliorano la società e il territorio. The Hub si propone come un contenitore creativo e di supporto imprenditoriale per quelle  imprese ad alto contenuto innovativo capaci di intercettare i bisogni emergenti nel tessuto sociale. Ad esempio, iniziative di microfinanza che favoriscono l'accesso al credito, progetti di mobilità  e turismo sostenibile,  progetti di integrazione solidale. Poco importa la ragione sociale delle società (Srl, Scn, SpA, coopertative sociali o onlus), The Hub ospita ed è interessata a progetti che abbiano un impatto positivo sul territorio o generino miglioramenti nella società.

Coworking

Lo spazio offre postazioni di lavoro, sale riunioni, uffici professionali, aree di incontro informali come un bar e un salotto. La tariffazione, stabilita sulla base del tempo speso all'interno dello spazio, è suddivisa in pacchetti orari (dalle 5 alle 100 ore mensili sino a un uso unlimited) disegnati in funzione delle esigenze dei vari Hubbers. Dai "profili viaggiatori" - che si muovono sull'asse Milano, Roma Napoli -,  interessati maggiormente ai contatti e al networking, ai profili più assidui  che usano lo spazio come branch della propria attività imprenditoriale o ufficio temporaneo.

Acceleratore d'impresa

Ma la filosofia degli Hubbers va oltre la semplice condivisione dello spazio lavorativo perche perche "Lo spazio è il mezzo, non il fine". L'attivazione di un rapporto di collaborazione e di scambio informativo tra le persone è il cuore pulsante del sistema operativo di The Hub. Tutti i membri hanno accesso a servizi di condivisione, collaborazione e progettualità in rete forniti dal network. Lo scambio di pratiche e la creazione di gruppi progettuali viene promosso dagli ospiti e dagli esperti che connettono persone, organizzano corsi formativi, eventi  e individuano opportunità volte ad innescare collaborazione tra i membri di The Hub. Tra i progetti promossi da The Hub troviamo:  "Able to" una piattaforma che incrocia domanda e offerta di lavoro sul saper essere e sul saper fare, evidenziando quello che un curriculum non riesce a esprimere; il Consiglio dei bambini, un percorso in 4 tappe che partendo dalla Costituzione italiana affronta temi quali l’integrazione, la demscrazia e la libertà  con l'obiettivo di presentare un' agenda politica da consegnare ai candidati per la carica di sindaco della città di Roma.

Network Internazionale

Grazie alla piattaforma online e ad un network globable - dall’Europa all’Asia, dalle Americhe al Sud Africa -  The Hub offre spazi e opportunità di collaborazione in più di 30 città del mondo e in Italia.  

Cerchi uno spazio di Coworking a Milano? Guarda l'intervista a Davide Dattoli, Founder di Talent Garden

 
CONDIVIDI

Entra o registrati gratuitamente per accedere ai contenuti esclusivi della nostra community.


REGISTRATI
TAG:

ARTICOLI CORRELATI

Imprenditori e innovatori del food-tech, questo è il vostro momento!

Imprenditori e innovatori del food-tech, questo è il vostro momento!

Perché l'apertura di Startupbootcamp FoodTech, primo acceleratore verticale sul mercato del food, è una grande opportunità per le startup e per l'Italia. Ce lo racconta il CEO, Peter Kruger.

CONDIVIDI
Startup: perché entrare nel primo acceleratore verticale sul Food

Startup: perché entrare nel primo acceleratore verticale sul Food

Diego Falanga, COO di Startupbootcamp FoodTech, ci spiega qual è il grande valore del primo acceleratore verticale d'Italia per le startup.

CONDIVIDI