Filtra per categoria

Siamo andati a trovare all'interno del nuovo spazio LuissEnlabs il team de Le Cicogne, il servizio di baby-sitter, baby-taxi e baby-teacher che si offre come punto d' incontro tra i genitori che cercano un aiuto per i propri bambini ed i giovani che cercano un lavoro compatibile con i propri impegni.

L’entusiasmo, tutto al femminile, traspare  molto in questa intervista alle tre giovani del team de Le Cicogne: Monica Archibugi, Giulia Gazzelloni e Valentina Tibaldo. Essere in un gruppo di donne con la grande volontà di diventare imprenditrici ha reso il difficile percorso affascinante e avvincente. Il progetto nasce dall'esperienza diretta come baby sitter di Monica Archibugi, Founder e Ceo de Le Cicogne,  e dall'obiettivo di espandere ulteriormente il servizio di baby taxy che stava riscuotendo un notevole successo. Monica era difatti diventata in poco tempo un punto di riferimento tra i genitori, che sempre più richiedevano il servizio, e i ragazzi. Pensa  quindi di creare un luogo online che possa agevolare e semplificare l'incontro tra domanda e offerta. Per dare ulteriore concretezza alla sua idea imprenditoriale e nella speranza di poter coinvolgere altre persone interessate al progetto,  partecipa  ad un corso per startup  presso l' InnovactionLab dove conosce Giulia e Valentina. Da questa intesa professionale nasce Le Cicogne. Il Business Model rovesciato è il punto di forza e vantaggio competitivo di questa startup: i genitori non pagano il servizio ma sono le ragazze a pagare una fee mensile di 10 euro che le responsabilizza e fa sì che siano tutte utenti attivi. Allo stesso tempo i profili delle ragazze saranno integrati con i social network in modo che le referenze dei genitori possano essere visualizzate anche da amici in comune. In questo modo si cerca di ricreare online, tramite la piazza virtuale, lo stesso meccanismo che avviene con il passaparola. Prima di entrare nel programma di accelerazione del nuovo incubatore LUISS EnLabs,  il progetto è stato testato a fondo per poterne meglio analizzare potenzialità e punti deboli. Il team, che ha superato le difficili prove di ammissione, è ora focalizzato sul business e pronto a confrontarsi con il vero mercato imprenditoriale. In questo momento sono in fase di beta privata e stanno ultimando la migrazione verso il nuovo sito. Presto sarà implementato anche un account premium con il quale il genitore potrà essere maggiormente seguito, come ad esempio l’assistenza telefonica in caso di bisogno. Le novità riguardano anche il mercato  B2B, offrendo  servizi non solo al consumatore finale ma anche ad aziende e Hotel.

Un grande in bocca al lupo a Le Cicogne!

 
CONDIVIDI

Entra o registrati gratuitamente per accedere ai contenuti esclusivi della nostra community.


REGISTRATI
TAG:

ARTICOLI CORRELATI

Investitori stranieri in Italia: il racconto di Mangatar

Investitori stranieri in Italia: il racconto di Mangatar

Raffaele Gaito, uno dei fondatori di Mangatar, ci racconta com'è andata a Italia RestartsUp, evento che ha portato 69 startup italiane di fronte ai vc internazionali.

CONDIVIDI
WBF Startup Competition 2013 - 3° Girone: le startup finaliste

WBF Startup Competition 2013 - 3° Girone: le startup finaliste

Dopo quattro settimane di formazione e di supporto, da parte del Team e dei Mentor di Wind Business Factor, tra lezioni e seminari online sul business model, marketing e crowdfunding ecco a voi i finalisti!

CONDIVIDI