Filtra per categoria

Da startup a scaleup: in Europa sono quasi 1.000

Le startup crescono e non solo in Silicon Valley: quasi mille scaleup (startup uscite dall'early-stage), circa 400 exit in cinque anni, 23 miliardi raccolti. I numeri del primo rapporto di Startup Europe Partenrship sull'ecosistema del Vecchio Continente.

 

In Europa nascono più difficilmente business innovativi destinati alla crescita, almeno rispetto ad altri ecosistemi del mondo, la Silicon Valley innanzitutto. I giganti High-Tech non vivono in Europa e, se nascono qui, finiscono per crescere altrove.

 

Inizia così la premessa allo studio pubblicato di recente da Sep (Startup Europe Partnership, programma cross country guidato dalla Fondazione Mind The Bridge per monitorare e favorire la crescita dell'ecosistema imprenditoriale europeo) e intitolato "Dagli unicorni alla realtà" (versione integrale). Lo studio ha preso in considerazione cinque nazioni, Inghilterra, Germania, Francia, Spagna e Italia e ha rilevato la presenza di un ecosistema startup molto più vivace rispetto al passato e fatto anche delle cosiddette "scaleup" e "scalers", startup adulte che hanno superato con successo la fase di early-stage e hanno raggiunto valutazioni, rispettivamente di oltre $1 milione e $100 milioni.

 

numero scaleup in europa

Il numero complessivo di scaleup registrate nei 5 paesi sfiora le mille (990), le scalers sono invece quasi 40, 37 per la precisione. Circa il 50% (19) risiede nel Regno Unito, segue la Germania con 9, la Francia con 6 e la Spagna con 3. Non è ancora stata identificata alcuna Scaler per l’Italia.

Il Regno Unito dimostra di essere la nazione più ricca sia per numero di scaleup che per raccolta capitali, che ammonta a 11,1 miliardi di dollari. Le sole scaleup britanniche hanno ottenuto circa il 50% dell’ammontare totale. Seguono Germania e Francia mentre Spagna e Italia restano ancora indietro.

 

Da dove provengono i capitali

Il processo di scale-up delle startup europee dipende ancora in larga misura dai fondi di Venture Capital. I mercati azionari giocano un ruolo rilevante soltanto nel Regno Unito e in Spagna, mentre in Germania, Francia e Italia forniscono un contributo molto meno significativo al finanziamento delle startup (in media il 10%). La Borsa di Londra gioca un ruolo determinante nello spinta alla crescita delle scaleup britanniche. I finanziamenti attraverso il mercato azionario rappresentano la vera discriminante nel finanziamento alle scaleup. Infatti, se ci limitiamo ai finanziamenti Venture Capital, la differenza tra Germania e Uk è minima: 7.1 i milioni di dollari raccolti in UK contro i 6 milioni raccolti in Germania. La Spagna ha raccolto via Ipo più capitali dei vicini francesi (520 vs. 430 milioni di dollari), nonostante il numero assai più limitato di aziende. I minori finanziamenti attraverso il mercato azionario sono registrati dall’Italia.

 

Le Top Scaler

Le migliori tre Scaler (aziende vicine a 1 miliardo di dollari in termini di capitali raccolti) sono la britannica Markit (1.5 miliardi di dollari, di cui 1.3 via Ipo al Nasdaq) e due aziende tedesche: Delivery Hero (1.3 miliardi di dollari raccolti) e Zalando (0.9 miliardi di dollari, di cui 700 milioni raccolti via Ipo a Francoforte). In Spagna ci sono Odigeo (eDreams) e Privalia: entrambe hanno raccolto oltre mezzo miliardo di dollari. L’azienda che ha raccolto più capitali in assoluto (314 milioni di dollari) in Francia è Criteo. Nessuna delle Scaler è stata fondata negli ultimi 3 anni.

 

I settori leader

Soluzioni Software (18%) e e-commerce (14%) guidano lo “scale-up” dell’ecosistema europeo, seguite da Enterprise Services, Mobile e Advertising (entrambi circa al 10%). Restringendo l’analisi alle scaler, la categoria più ricorrente è l’e-commerce, con 8 aziende su 37.

 

Le exit

Lo studio ha rilevato 374 exit in ambito Ict in Europa per il periodo 2010-2015. Oltre il 90% (350) sono casi di Merge & Acquisition.

In termini di M&A, la Germania è il paese più dinamico con 125 exit, seguita da UK (85), Francia (75), Spagna (37) e Italia (28). In Germania si è registrata 1 M&A ogni 1.7 Scaleup, in Italia 1 ogni 2.6, in Francia 1 ogni 2.7, in Spagna 1 ogni 2.9 e in UK 1 ogni 4.7.

L’interesse degli acquirenti sembra essere attratto in particolar modo dalle scaleup che offrono soluzioni software. I dati mostrano che circa il 32% delle scaleup è stato acquisito da aziende dello stesso paese, mentre il 14% è stato acquisito da aziende di altri stati europei.

 

L'Italia

“Dalla ricerca emerge come l’Italia sia un po’ il fanalino di coda se si guarda alle scaleup”, commenta Alberto Onetti, Chairman della Fondazione Mind The Bridge. Le scaleup rilevate sono 72, mentre nessuna compagnia ha raggiunto il livello di "scaler" (startup che hanno superato i $100 milioni  di finanziamenti). Sono diversi i fattori che determinano questo quadro, ancora dominato principalmente dalle piccola e media impresa, non c'è solo un problema di qualità delle startup italiane, ma un più generale difetto dell'ecosistema che vive principalmente di venture capitalist, business angels e acceleratori d’impresa. C’è la crisi economica, sulla quale si innesta un gap culturale: le imprese tradizionali ancora faticano a vedere nelle startup la chiave per innovare ed essere competitive sul mercato.

Abbiamo un problema di maturità dell’ecosistema. Siamo partiti in ritardo rispetto agli altri paesi, abbiamo in parte colmato il divario in termini di capacità di avviare imprese innovative (lo start-up appunto); per creare aziende che riescano a crescere (lo scale-up) ci vuole tempo. Ma - conclude - resto positivo.

 
CONDIVIDI

Entra o registrati gratuitamente per accedere ai contenuti esclusivi della nostra community.


REGISTRATI
TAG:

ARTICOLI CORRELATI

Dropis: la startup che sfida la crisi economica con il credito di baratto

Dropis: la startup che sfida la crisi economica con il credito di baratto

Abbiamo incontrato e intervistato Sebastiano Scròfina, Co-Founder di Dropis, il credito di baratto che permette di scambiare lavoro, servizi o beni senza usare denaro. Conosciamo meglio da vicino questa startup! Dropis nasce dall'idea di Sebastiano Scròfina e Leonardo Dario Perna, due sviluppatori ...

CONDIVIDI
Bandi e competition in scadenza per startup e PMI

Bandi e competition in scadenza per startup e PMI

Dal bando per il Microcredito al Best Program per ricercatori: il 2015 è ricco di opportunità per giovani innovatori, startup e piccole e medie imprese. Ecco una selezione delle più interessanti iniziative pubbliche e private già attive.

CONDIVIDI